Rhinoceros, Solidworks & Blender – post incontro sul 3D

4 Marzo 2019 - 3 minutes read

Giovedì scorso abbiamo avuto una grande partecipazione all’incontro sul disegno 3D. Erano presenti Enrico, Martino e Luca: tre progettisti che si occupano di design e progettazione, lavorando con i software Blender, Rhinoceros e Solidworks.

Martino, Luca ed Enrico in aula Megahub

Hanno spiegato quali sono le differenze tra questi programmi: ad esempio Blender è open source, mentre gli altri due sono a pagamento (ma entrambi hanno una versione di prova per verificarne le potenzialità).
Volendo riassumere le sensazioni avute, Blender è sembrato il programma più aperto al mondo della creatività, mentre Rhinoceros è adatto anche per preparare dei prototipi più complessi da realizzare con la stampa 3D e, infine, Solidworks ha potenzialità molto sviluppate per la produzione in serie (non si scherza, le varie componenti indicate nel disegno 3D sono automaticamente riportate in un Excel utile per l’acquisto e la programmazione della produzione).

Se vi interessa imparare ad usare questi programmi, riportiamo di seguito i corsi in programma:

RHINOCEROS è in grado di creare, modificare, analizzare, documentare e ancora renderizzare, animare e tradurre curve, superfici, solidi, nuvole di punti e mesh poligonali NURBS*(…) Funzionalità in evidenza: Illimitati strumenti per la modellazione free-form 3D (www.rhino3d.com/6/features)

Clicca qui per informazioni sul corso

Le soluzioni SOLIDWORKS coprono tutti gli aspetti del processo di sviluppo di un prodotto, quali progettazione, verifica, progettazione sostenibile,comunicazione e gestione dei dati (www.solidworks.it– i partecipanti realizzeranno un un cubo gioco in legno per bambini

Clicca qui per informazioni sul corso

Blender è un software libero e multipiattaforma di modellazione, rigging, animazione, montaggio video, composizione e rendering di immagini tridimensionali e bidimensionali. Dispone inoltre di funzionalità per mappature UV, simulazioni di fluidi, di rivestimenti, di particelle, altre simulazioni non lineari e creazione di applicazioni/giochi 3D.

Se invece siete interessati a scoprire il passaggio successivo al disegno 3D, e cioè la stampa 3D potete

1 – Fare l’abilitazione alla stampa 3D per utilizzare quelle presenti nel Fablab di Megabub (sono sia a PLA che a resina)

Clicca qui per prenotare le abilitazioni ai macchinari di Megahub

2 – scrivere a formazione@megahub.it per sapere se vengono organizzati incontri sul tema!

Tags: , , , , , , , , ,