Enrico Antoniazzi – Artista

20 febbraio 2017 - 2 minutes read

Ciao! Ci racconti di cosa ti occupi?10730144_809436365746399_8895321064682037753_n

Ciao, sono un artista e più precisamente un pittore che predilige il genere astratto, ottenuto dalla sovrapposizione di strati di colore attraverso alcune tecniche che non posso rivelare, e dall’utilizzo talvolta di materiali diversi come polveri, metalli, vetri, piccoli frantumi di pietre e foglia d’oro.

In Megahub quali attività svolgi?

Mi occupo di sviluppare progetti artistici e di sperimentare nuove tecniche.

Come hai scoperto il coworking (o il nostro spazio)?

Grazie ad amici e ad altri co-worker che fanno parte di Megahub già da qualche tempo.1623691_783573261666043_1258101821987389090_n

Ci dici almeno due vantaggi che hai trovato in Megahub?

Sicuramente la possibilità di utilizzare lo spazio in qualsiasi momento senza vincoli di tempo e il contatto con realtà diverse, ma strettamente legate tra loro attraverso la cooperazione.

Breve biografia

Enrico Antoniazzi, vicentino, frequenta il Liceo Artistico Arturo Martini di Schio dove si diploma nel 1999.
La passione per l’arte si fa sentire fin da bambino, grazie anche alla madre pittrice che nota il suo talento e lo iscrive a corsi di pittura per bambini tenuti dalla dott. E. Scotti e successivamente ad altri corsi organizzati dall’artista italo-francese M. Peccenini.
Durante gli anni del liceo ha la possibilità di lavorare con insegnanti/artisti come lo scultore L. Scortegagna e M. T. Filippi Farmar.
Proprio in quel periodo lo stile dell’artista prende forma, influenzato da Gustav Klimt, dal futurismo e dalla materia che lo porteranno ad acquisire lo stile unico e personale che possiamo notare nei suoi lavori fatti di colore, metalli, impasti ottenuti dalla miscela di colle e pietre, vetro e foglia oro.