Ocrùm – design studio

13 Gennaio 2020 - 4 minutes read

Di seguito l’intervista a Luca, che ha uno spazio nel fablab e officina di Megahub.

Ciao! Ci racconti di cosa ti occupi?

Ciao, mi chiamo Luca e sono un designer industriale. Mi occupo di sviluppo del prodotto: dall’elaborazione dell’idea iniziale alla consulenza su produzione, marketing e vendita.


Qual è  stato il tuo percorso?

Ho fatto il liceo scientifico Tron e poi mi sono iscritto al Politecnico di Milano al corso di design del prodotto industriale, un percorso universitario che mi ha permesso di esprimere la mia indole creativa.

Terminata la laurea ho aperto la partita iva e, dopo aver lavorato in diversi ambiti (arredamento, medicale, packaging, …), ho aperto una società negli USA. Si chiama Ocrùm e offre oggetti creati interamente in Italia, progettati da me e dal mio socio, Sean Zhang (seanzhang.co); la linea di lancio è composta da lampade, specchi e tavolini.


Cosa vuol dire essere un designer a Schio?

Grazie al lavoro che ho scelto ho potuto partecipare a percorsi innovativi come lo Schio design festival: prima come come profilo junior, poi come senior. 

Inoltre ho seguito progetti molto interessanti, ad esempio con GDS Lighting, con la quale ho sviluppato diversi prodotti di illuminazione, attualmente in produzione e presenti sul loro sito gdslighting.com – STARK, ATLAS, ITAN, BUXUS, SLC ed altri

Fa la differenza riuscire a trasmettere alle piccole e medie imprese il valore che può dare un designer che collabora a tu per tu con i dipendenti, diversamente da uno studio di progettazione esterno che “fa in casa” lo sviluppo dell’idea.


Quali sono i passaggi più importanti e interessanti del tuo lavoro?

Grazie al mio lavoro avviene una commistione/mescolanza di idee tra gli ingegneri, la direzione e gli altri reparti dell’azienda, uffici commerciali e tecnici in primis. Percepisco i vari input ed elaboro una visione estetica e funzionale dei prodotti.


In Megahub quali attività svolgi?

Qui principalmente faccio prototipazione, assemblaggio e gestione degli aspetti logistici.
Essere in un fablab mi permette di sperimentare e infatti a breve userò anche il taglio laser, le stampanti 3D e le attrezzature della falegnameria.


 Ci dici almeno due vantaggi che hai trovato in Megahub?

Innanzitutto l’unicità del luogo: si condividono spazi , ma anche idee e suggerimenti. Ho avuto diversi confronti con Silvia (Officina sulle Nuvole, realizza oggetti in ceramica, ndr) o Giuseppe di Ground up furniture.

Ognuno ha background diversi e può darmi feedback e consigli utili su materiali, fornitori, ecc.  Oltre ovviamente a farmi vedere nuovi punti di vista e dettagli, che possono sembrare anche banali, ma non emergevano quando lavoravo da solo a casa. 

Infine c’è il vantaggio di poter venire qui quando voglio, anche la sera, fuori dagli orari standard dei luoghi di lavoro tradizionali.


Se vuoi entrare in contatto con Luca visita il suo sito Ocrumstudios o vieni a trovarci!


n.b. Venerdì 21 Febbraio faremo un coworking open day: clicca qui per registrarti e venire a provare gratuitamente i nostri spazi!


A questo link le altre interviste agli abitanti di Megahub https://www.megahub.it/category/coworking/gli-abitanti-di-megahub/


Per sapere come avere un tuo spazio nel fablab / officina di Megahub clicca qui!

Tags: , , , , , ,